venerdì 20 aprile 2012

Mammadilettante: Dell'autonomia dei bambini

Mammadilettante: Dell'autonomia dei bambini: Questa è una delle domande che, nel mio dilettantismo, mi pongo di più: quanta autonomia è giusto dare ai nostri figli?

Questo è il post di Gio, cliccate per leggerlo tutto, trovo molto interessanti i quesiti che ci pone e mi fermo a rifletterci un bel pò sù, mi dà sempre spunti per soffermarmi
a pensare sul mio lavoro di 
mamma.

"l'autonomia che  lasciamo ai nostri figli, consapevolmente o meno, è il frutto di una scelta precisa in funzione educativa, oppure  è solo lo specchio della nostra disorganizzazione e incapacità di proporre modelli sicuri?"

Giò propone interrogativi e vari esempi di "autonomia" dei nostri bambini

Io mi ritengo una mamma che "spinge" verso la propria autonomia per avere poi un futuro da
 uomini capaci di saper scegliere e svincolarsi in questa vita frenetica.
Certo autonomia divisa per fasce di età, non impongo al mio cucciolo di 19 mesi 
di vestirsi da solo ecc... ogni cosa a suo tempo
però lascio che mangi da solo a tavola seduto con noi senza costrizioni.
Mi fa morire quando tipo ieri sera dopo aver guardato nel piatto degli altri 
commensali "mamma veddua a me?" ha notato che nel suo non c'erano gli spinaci che 
per comodità volevo mettere dopo ^_^
 sà quando non ne vuole più "mamma ovvoglio più" e non mi preoccupo
se non finisce  perchè sà autoregolarsi, 
così come sà decidere se un alimento è di suo gradimento o no
 "mamma è boono però a me no piasse"
E se il nanetto ancora lo vesto io il grande che và verso i 6 anni 
invece è già da un pò che lo fa da solo
certo può capitare che per coccole o perchè non si senta benino
alcune volte lo aiuto ... crescono talmente in fretta ^__^
Alcune mattine vorrei intervenire ... l'orologio scorre e lui è in ritardo nel prepararsi
ma aspetto ... impaziente ma aspetto i suoi tempi.

Per il resto che dire ... i giocattoli .... sono rimasta sconcertata dall'esempio di Giò dei giochi a richiesta

"Sono stata in case in cui i giochi erano chiusi a chiave e dovevano venire richiesti ad uno ad uno alla mamma o al papà, e poi rimessi a posto prima di prendere qualsiasi altra cosa. Lo ritengo molto educativo in termini di organizzazione e tenuta della casa in modo ordinato"


per me i bambini devono essere liberi di esprimersi giocando
il gioco li aiuta a sviluppare e ad apprendere
anche a me piace tenere la casa in ordine e se in salotto ci sono giochini sparsi quando hanno 
finito di usarli li rimettono al loro posto 
(il che non accade mai immediatamente perchè li usano e riusano)
però hanno libero arbitrio in cameretta
senza essere vandali e rispettando "i propri beni" loro sanno che :
- non si scrive sui muri ma solo su quaderni e fogli
- non si attaccano figurine ai muri o sui mobili ma si possono attaccare poster e disegni  
sugli armadi con lo scotch "che si attacca e stacca"

per il resto possono giocare e muoversi come vogliono poi alla sera prima di andare a letto
 li aiuto a mettere tutto in ordine e pronto per il giorno dopo.
Una mia amica inorridita mi disse una sera "noooo non le permetterò di attaccare nulla ai mobili"
io invece penso che attaccare con lo scotch "leggero" i poster preferiti o meglio ancora i loro disegni sull'armadio non ci sia niente di "nocivo", 
sono così fieri di mostrare agli ospiti i loro lavori in cameretta
 i bambini "soldatino" come li chiamo io
e cioè quei bambini che rispondono a comando
non fanno per me, in casa mia ci sono semplici regole da seguire 
a parte quella della buona educazione:

- rispetto per tutti 

- si parla con la famiglia

La prima perchè se c'è rispetto ne otterrai anche tu, e questo vale per grandi e piccini
la seconda perchè meglio chiarirsi che portare musi lunghi o rancore, preferisco motivare un no o una altra qualsiasi risposta ai miei nanetti, voglio che capiscano e non che rispondano a comando "no è no"
"è no perchè....." oppure "oggi facciamo questo invece di quest'altro perchè..."
per me un bambino deve essere aiutato a capire se invece imponi 
sarà sempre "o bianco o nero"
ognuno di noi ha una propria identità non è un clone dell'altro.

Piove ancora ..... e i miei doloretti reumatici si fanno sentire
ieri mentre i bambini costruivano una capanna nella loro cameretta io completavo il mio progettino per la craft che vi ho mostrato nel post precedente.
Prese da un numero di cucito creativo è ormai deciso che la mia craft prenderà i toni del lilla


una tendina nuova .... più luminosa
si nota il messaggio subliminale per il marito? ve lo chiedo perchè lui sembra non averlo notato
non ha detto nulla di "devo fissarti il bastone" noooo fiuuu fiuuu ha fatto finta che stesse bene così ^__^


certo stò cambiando la craft un pochino alla volta e il giallo delle pareti non è proprio un bel vedere, ma visto che doveva essere tinteggiata comunque perchè non approfittare?





2 commenti:

  1. a parte che la tendina è deliziosa... ti ringrazio per il bellissimo post. Mi piace molto quando parli di "regole", se ne parla sempre troppo poco per la paura di essere prese per delle madri streghe, di quelle che hanno i figli soldatini, mentre invece io credo che poche regole, ma chiare e insormontabili, siano di estremo aiuto nell'utilizzare la libertà che viene lasciata all'interno dei limiti posti dai genitori. Certe cose non devono mai esser messe in discussione, come per l'appunto il rispetto per gli altri, e il parlare in famiglia. Su tutto il resto, pur nel rispetto dei ruoli adulto-bambino, io sono per la democrazia.
    Un abbraccio e grazie ancora!

    RispondiElimina
  2. Carissima, complimenti per le tendine che sono un amore. Hai toccato con questo tuo post un tasto molto delicato, non è facile gestire il discorso dell'autonomia e delle regole, non ci riteniamo genitori dittatori, ma siamo a favore delle regole, che non siano soffocanti, ma che aiutino a crescere nostra figlia dandole dei punti di riferimento, delle sicurezze, facendole capire che non è tutto lecito, ma che ci sono dei percorsi da seguire. Quanto all'autonomia, già fin d'ora la lasciamo libera di esplorare, di curiosare, di sperimentare, di farsi anche male cadendo (ovvio, tenendola comunque sott'occhio onde evitare che si faccia veramente male). Impedire punto e basta non ci pare la strada giusta da intraprendere, ci sono dei sì e ci sono dei no con tanto di motivazione e poi speriamo bene, non è facile. I giocattoli sono importantissimi, lei ora gioca con tutto, anche con una briciola di pane che riesce ad afferrare, i giocattoli aiutano a crescere, adesso davvero c'è di tutto in commercio, ma ci sono anche tanti giochi che troviamo diseducativi e da quelli cercheremo di tenerla lontano. Luca è più malleabile, ma su certe cose io sono inflessibile! Bellissimo post!
    Ci hai chiesto come si fa a votarci nei contest, no, non cerchiamo voti, ti invitiamo invece a partecipare al nostro Contest Una Ricettola per la Pupattola sezione Primavera, ricetta che può essere un antipasto, primo, secondo, dolce, fatto in casa e che andrà a formare insieme ad altre ricette un Ricettario che regaleremo ad Alice Ginevra quando sarà grande, contenente ricette dedicate a lei dai nostri amici bloggers.
    Se ti va a noi farebbe molto piacere.
    Un bacione e buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina

Grazie per i commenti che mi lasciate

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
10